Capitolo 6: Come si effettua un’operazione e cos’è un portafoglio?

E’ relativamente semplice effettuare una transazione in crittomonachezza, le transazioni sono di vario tipo:

  • Puoi comprare e vendere i tuoi criptomoni attraverso scambi (Binance, Bittrex, KuCoin) o broker (Coinbase).
  • Puoi comprare e vendere criptomoni in un bancomat Bitcoin. In Francia non ce ne sono ancora.
  • Puoi usare i tuoi crittogrammi (principalmente Bitcoin) per acquistare beni e servizi da alcuni rivenditori online e in alcuni negozi.
  • Hai un e-commerce e puoi vendere i tuoi prodotti o servizi per Bitcoins.
  • Puoi estrarre un criptomonnaise per guadagnare monete.

Se consideriamo una transazione Bitcoin, ecco come funziona in modo molto semplificato:

  • A (l’acquirente) vuole comprare un Bitcoin da B (il venditore)
  • Ha detto a B quanti pezzi vuole
  • B dice ad A quanto gli costerà, compresi gli eventuali costi
  • A dà a B la chiave pubblica del suo portafoglio. Si tratta di un codice a 256 bit (un codice binario composto da una sequenza di 1 e 0) con un ulteriore codice a 160 bit alla fine che corrisponde all’indirizzo del portafoglio (se non sei un geek, probabilmente non hai capito nulla, ma va bene).
  • B deve utilizzare la sua chiave privata (un codice alfanumerico generato a caso, collegato matematicamente all’indirizzo del suo portafoglio Bitcoin e legato ai suoi Bitcoin in particolare) per indicare alla rete che intende vendere Bitcoin.
  • Tutte le informazioni vengono caricate nella rete
  • La transazione è verificata dai minori che lavorano in rete
  • Sia l’acquirente che il venditore ricevono una notifica che la transazione è stata verificata.
  • L’operazione diventa parte di un blocco e viene aggiunta al registro pubblico.

Naturalmente, questi passaggi sono più o meno trasparenti a seconda di come lo si utilizza. In Giappone, ad esempio, è sufficiente avvicinare il telefono a un terminale appositamente progettato per pagare il commerciante in Bitcoin, ad esempio.

Ecco come appare un indirizzo bitcoin: 1Js1s4s4s4s4b7UPNg2ZY7dUrvThFe32vNsRhzFhzFhh

Non è probabile che lo memorizzi, la maggior parte delle transazioni sono fatte tramite un codice QR o copiandolo e incollandolo su un computer.

Se si desidera acquistare Bitcoin o altri crittogrammi, il modo migliore è quello di utilizzare uno scambio o utilizzare un distributore automatico Bitcoin. Anche se ci sono molti scambi online, la maggior parte delle persone sceglie Coinbase, un servizio noto per la sua buona reputazione e per i livelli di sicurezza che offre. Coinbase si concentra solo su poche valute criptomonali e accetta denaro fiduciario come mezzo di pagamento. Coinbase utilizza un processo di verifica in due fasi e dovrai anche fornire la prova della tua identità al momento della registrazione. Prima di poter acquistare parti di ricambio, è necessario registrarsi sul sito. Questa procedura è semplice in quanto è sufficiente seguire i pochi passi indicati sul sito web. In generale, il tuo account viene convalidato in poche decine di minuti.

Ci sono molti scambi di crittomonachezza. Alcuni consentono di pagare in contanti, mentre altri consentono solo operazioni di crittomonnaise-criptomonnaise-criptomonnaise-criptomonnaise-criptomonnaise-criptomonnaise-transactions. Una volta deciso quale cryptomonnaie acquistare, sarà necessario ricercare gli scambi che offrono questa valuta. È inoltre di vitale importanza che verifichiate la credibilità degli scambi prima di procedere con qualsiasi transazione. Alla fine di questo libro troverete alcuni indirizzi utili per iniziare con fiducia.

Portafoglio digitale

Naturalmente, non puoi (ancora) memorizzare i tuoi crittogrammi nel tuo conto corrente bancario. È necessario conservarli da qualche parte, e ci sono diverse soluzioni più o meno sicure per farlo, chiamate portafogli digitali.

Il portafoglio digitale non contiene direttamente il criptomonnaise: si tratta di chiavi pubbliche (per ricevere le transazioni) e private (per poterle inviare). Queste chiavi ti permettono di interrogare la catena di blocchi per scoprire cosa ti appartiene. Per l’analogia, è come essere in un caveau con milioni di casseforti chiuse, e non appena si estrae una chiave dalla tasca, le diverse casseforti si aprono direttamente. Beh, è un po’ più complicato nella vita reale, ma tu hai capito il principio.

Con i criptomonni, Tu sei la banca! Tu sei l’unico maestro a gestire le tue parti. Si tratta quindi di una grande responsabilità e bisogna esserne pienamente consapevoli per limitare i rischi. Questo è attualmente uno dei maggiori svantaggi nell’uso e nella conservazione dei criptometri: non esiste una soluzione molto facile da usare e a prova di errore. Ma sono convinto che nei prossimi anni i servizi emergeranno in modo che sia facile da usare come una carta di credito.

Come accennato in precedenza, il vostro portafoglio contiene sia una chiave privata che una chiave pubblica. La chiave privata è necessaria per inviare o vendere il vostro criptomonnaise, in quanto si tratta di un link diretto ad esso. Senza questa chiave, non sarai mai in grado di utilizzare la tua crittomonache sarà persa in modo permanente. La chiave pubblica è necessaria se si desidera aggiungere una transazione al proprio portafoglio. La tua chiave privata per la tua critto-monnaise è un po’ come il sistema di obbligazioni al portatore di azioni. Chiunque abbia i buoni possiede queste azioni.

Si noti che i portafogli di criptomone sono per lo più specifici per le valute: se avete più valute, vi renderà diversi portafogli. Alcuni portafogli possono supportare più di una valuta, ma è necessario considerare la possibilità di fare in modo di farlo.

Puoi tenere la tua cryptomonnaie nella borsa dove l’hai comprata. Tuttavia, questo non è raccomandato, in quanto ne perdereste il controllo. I dati nel vostro cryptomonnaise sarebbero online e potrebbero quindi essere violati.

È abbastanza comune che gli scambi siano violati o compromessi. E’ successo in passato e non c’è motivo per cui non dovrebbe accadere in futuro. È quindi necessario esercitare un controllo totale sul proprio portafoglio criptomonetico: ci sono diversi metodi per farlo.

Questi diversi portafogli sono chiamati “hot storage” perché i vostri dati vengono memorizzati online e possono quindi essere violati. L’altro metodo preferibile si chiama “cella frigorifera”. I portafogli di celle frigorifere sono un modo per mantenere i vostri dati offline al sicuro dagli hacker. Ho incluso anche un terzo tipo, chiamato semi-raffreddamento.

Opzioni di memorizzazione

  • Portafoglio caldo. Comprende: banche dati online, scambi, PC, computer portatili, tablet e smartphone.
  • Stoccaggio semi-raffreddato (“portafoglio hardware”). Comprende: portafogli hardware digitale, computer portatili dedicati, dischi rigidi esterni.
  • Portafoglio freddo…… Comprende: portafogli cartacei e portafogli portafogli per il cervello

Portafogli per l’immagazzinamento a caldo.

Per iniziare, diamo un’occhiata alle opzioni di stoccaggio per il caldo. Tutti i dispositivi su cui è possibile scaricare software in portafoglio e che rimangono permanentemente o regolarmente collegati a Internet sono denominati opzioni di hot storage.

Come ho già detto, il problema è che i vostri dati e la vostra crittografia rimangono esposti ad attacchi di hacking o furti. Quando si acquista inizialmente un cryptomonnaise, è spesso inevitabile utilizzare un portafoglio di hot storage per completare la transazione. Tuttavia, sarebbe saggio trasferirlo il prima possibile in un portafoglio di celle frigorifere. Se dovete lasciare la vostra valuta in un cambio per un qualsiasi periodo di tempo, provate ad utilizzare un cambio che fornisce strutture per la conservazione a freddo. Gli scambi sono costantemente esposti alla pirateria: sono un obiettivo primario per i criminali che vogliono mettere le mani sui soldi che detengono.

Le informazioni di connessione a questo scambio deve essere sicuro, in termini assoluti, avere una e-mail e una password specifica per lo scambio. Gli scambi seri offrono una protezione aggiuntiva: il codice 2FA, il codice “Two factor authentication”. Si tratta di un codice che viene inviato via SMS, e-mail o tramite un’applicazione specifica per aumentare la sicurezza. Rubare le proprie credenziali è possibile, rubare il telefono è più complicato allo stesso tempo. Posso solo consigliarvi di attivare questa opzione non appena vi registrate da qualche parte.

Oltre ai rischi di hacking nei vostri portafogli di hot storage, se i vostri dati sono memorizzati su un PC, laptop o telefono, dovete essere consapevoli del fatto che possono essere esposti ad altri rischi, come la corruzione dei dati, virus, sovratensioni, furti, perdite e danni.

Portafogli di tipo semi-raffreddamento.

Questo tipo di archiviazione è un compromesso migliore e vi fornirà una migliore protezione contro gli hacker. Si tratta dell’uso di un dispositivo sul quale è possibile memorizzare i dati relativi alle transazioni di cryptomarket che si connette a Internet solo quando si effettua una transazione. Tra cui:

  • Portafogli hardware digitale specializzato o portafogli hardware (come il Nano Ledger o il Trezor, per citare solo i più famosi) sono piccoli dispositivi che si collegano al vostro PC o laptop tramite una connessione USB. Possono essere acquistati semplicemente nei negozi di computer, su Amazon o presso altri rivenditori online.
  • Un computer portatile dedicato dove è possibile memorizzare esclusivamente diversi portafogli di valuta e che, come i portafogli di hardware digitale, si collega a Internet solo quando si desidera effettuare una transazione.
  • A tale scopo può essere utilizzato anche un disco rigido esterno dedicato.

Tuttavia, permangono alcuni problemi con tutti i portafogli di stoccaggio semi-freddo. Un computer o un disco rigido potrebbe ancora essere violato quando ci si connette a Internet. Potrebbero anche essere esposti a corruzione dei dati, danni, furto, perdita e sovratensioni.

I portafogli hardware sono i più efficienti: sono piccoli (le dimensioni di una chiavetta USB) e molto più sicuri di un computer portatile. Il “Ledger Nano S” è diventato il portafoglio più utilizzato. È prodotto da un’azienda francese. Sono progettati per non esporre la chiave privata durante la transazione: la transazione viene confermata solo attraverso il registro, che garantisce una maggiore sicurezza.

Inoltre, anche se perdi fisicamente il registro o lo distruggi in un incidente, non perderesti le tue valute! Un sistema di “pass phrase”, un elenco di diverse decine di parole, permette di rigenerare i propri indirizzi per accedere a nuove monete su un nuovo portafoglio hardware. Per fare questo, è necessario tenere questo elenco di parole con attenzione da qualche parte: in una cassaforte di una banca, in un ufficio notarile o più semplicemente in un altro luogo dove si vive e dove si ha fiducia (una lettera di un membro della famiglia, per esempio).

Il costo di un portafoglio Hardware è di circa cento euro. Basso investimento considerando la sicurezza che offre.

Portafogli di celle frigorifere.

Questi vecchi portafogli sono a vostra disposizione, poiché dovrete memorizzare, annotare o stampare le vostre informazioni. Come tutti gli altri portafogli, i portafogli di celle frigorifere vengono utilizzati per conservare le chiavi private e pubbliche. A causa del livello di sicurezza richiesto, queste devono essere lunghe e complesse. Diamo un’occhiata più da vicino alle diverse opzioni.

  • Portafogli di carta o “Portafogli di carta”. Sono quello che ci si può aspettare: sono pezzi di carta con le chiavi pubbliche e private. Estremamente semplice, tutto quello che dovete fare è scrivere o stampare le vostre informazioni. Tuttavia, sappiate che se queste informazioni vengono perse, danneggiate o rubate, avrete perso per sempre il vostro cryptomonnaise!

Molti crittogrammi includono software che è possibile utilizzare per creare i propri portafogli cartacei. Contengono tutte le informazioni in un formato che può essere scansionato tramite un codice QR. Inserire i tasti sul computer non è una buona idea, perché il minimo errore nei numeri potrebbe essere un errore molto costoso.

Si raccomanda di non stampare questo portafoglio su un pezzo di carta comune. Acquista una carta speciale, resistente allo strappo e all’acqua. Avrete bisogno di una stampante laser a colori per stampare il vostro portafoglio. Allora, dovrete solo tenerlo in un luogo particolarmente sicuro! I portafogli cartacei sono veramente simili ai titoli al portatore, il che significa che le persone che li detengono possono usarli per accedere alla critto-monnaise in questione. Il vantaggio principale dei portafogli cartacei è che non sono mai online. Non sono quindi mai esposti ai pirati e non possono quindi essere corrotti. Tuttavia, possono ancora essere danneggiati, persi o rubati.

È un metodo molto sicuro, ma la sicurezza dipende da voi, quindi pensate attentamente se scegliete questo metodo.

  • Portafogli del cervello o “Portafogli del cervello”. Simile ai portafogli di carta, il loro nome “portafoglio cervello” è piuttosto esplicito. Un portafoglio cervello è un metodo di apprendimento di un codice di accesso, di solito sotto forma di una lista di parole casuali da memorizzare (diverse decine). Questo elenco di parole consente quindi di accedere alle chiavi del proprio portafoglio di critto-monnaise. L’idea è quella di ricordare questa lista senza scriverla, in modo che sia quasi impossibile per chiunque accedere alle informazioni. Lo svantaggio maggiore di questa tecnica è naturalmente la possibilità di un’omissione: personalmente, vista la mia memoria, il portafoglio cerebrale non sarebbe certamente la mia prima scelta!

In definitiva, sta a voi scegliere il tipo di portafoglio. È necessario riflettere attentamente su quante valute si desidera conservare, per quanto tempo saranno conservate e su eventuali problemi di sicurezza che potrebbero renderla particolarmente vulnerabile. La sicurezza delle vostre valute dipende molto dalla vostra scelta del portafoglio.